Se mangiamo sano, stiamo bene e ci sentiamo felici.

Ecco perché una corretta alimentazione è la STRATEGIA VINCENTE per il nostro BENESSERE, perché è in grado di controbilanciare l’impatto dello stress e stabilizzare l’umore, ma anche di rafforzare il SISTEMA IMMUNITARIO.

Le misure restrittive e l’isolamento causato dal COVID ci hanno regalato più tempo da dedicare a noi e ai nostri familiari. Abbiamo avuto più tempo per leggere, guardare film, documentari e, più di ogni altra cosa, abbiamo imparato a dedicare più tempo alla cucina e all’alimentazione.

Ma come ci può aiutare l’alimentazione in questo scenario?
E quanto incide sul nostro benessere psicofisico?

La correlazione tra alimentazione, stress e sistema immunitario è ben nota a tutti noi ed è chiaro come una corretta alimentazione, associata ad uno stile di vita salutare, possa aiutarci a superare questo periodo di lockdown e di ripresa nel migliore dei modi.

Abbiamo perso o dovuto cambiare le nostre abitudini quotidiane, abbiamo sentito la noia di intere giornate passate a casa isolati o con tutta la famiglia. Abbiamo avuto l’ansia per il futuro e lo stress per il lavoro in smart working. E abbiamo mangiato, cucinato, mangiato e cucinato anche sotto l’effetto dell’Emotional eating – la fame emotiva- cercando di compensare le emozioni negative attraverso il cibo, ovviamente quello ricco di zuccheri, grassi, ipercalorico e ad alto indice glicemico.

Risultato? Un aumento di peso, ma soprattutto un apporto inadeguato di nutrienti, con un impatto negativo sul nostro stato di salute, sulla funzionalità del sistema immunitario e sul nostro equilibrio psico-emotivo.

sana e corretta alimentazione per rinforzare le difese immunitarie

L’ALIMENTAZIONE SUPPORTA LE NATURALI DIFESE IMMUNITARIE

Il sistema immunitario lavora costantemente per difenderci dagli attacchi esterni e preservare il nostro equilibrio e, per funzionare correttamente, ha bisogno di un adeguato apporto di nutrienti.

QUALI SONO I NUTRIENTI DA ASSUMERE PER SOSTENERE L’EQUILIBRIO IMMUNITARIO?

Tra le diverse classi di nutrienti degni di nota ci sono gli acidi grassi essenziali (PUFA), che si suddividono principalmente in Omega 6 e Omega 3. Questi sono definiti ESSENZIALI perché devono essere necessariamente introdotti con la dieta, in quanto l’uomo non è in grado di sintetizzarli, o meglio non è in grado di sintetizzare i loro precursori: l’acido alfa linoleico (ALA) per gli omega 3 e l’acido linoleico (LA) per gli omega 6. (Saray Gutiérrez, 2019)

QUANTI ACIDI GRASSI ESSENZIALI DEVO FORNIRE AL MIO ORGANISMO?

L’apporto giornaliero di quantitativi adeguati di acidi grassi essenziali (Omega 3 e Omega 6) è fondamentale per il corretto funzionamento del nostro organismo e per mantenere un buono stato di salute. Ancora più importante è assumerli nel rapporto bilanciato. (Simopoulos, 2002) L’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) raccomanda un rapporto tra omega 6 e omega 3 inferiore a 4:1, ovvero bisogna assumere 1 g di omega-3 ogni 4 g di omega-6. Inoltre, le scoperte scientifiche degli ultimi anni hanno dimostrato come gli omega 6 e gli omega 3 siano in grado di influenzare la risposta immunitaria attraverso diversi meccanismi.

1. ACIDI GRASSI ESSENZIALI E MICROBIOTA

Un argomento di particolare interesse negli ultimi decenni è il ruolo del microbiota intestinale nella modulazione del nostro stato di salute.microbiota

Cos’è il MICROBIOTA?

Con il termine microbiota identifichiamo l’immensa moltitudine di microrganismi che “abitano” il nostro corpo fin dal momento della nascita. Pensiamo che per ogni cellula umana ce ne sono dieci di batteri! Possiamo, quindi, considerarli a tutti gli effetti i nostri “conviventi” con un rapporto simbiotico di reciproco vantaggio: noi forniamo ospitalità e loro ci supportano in molte funzioni essenziali per il nostro benessere. La varietà e la quantità dei microrganismi presenti nel nostro intestino influenza diverse funzioni del nostro organismo: processi di tipo metabolico, ad esempio la sintesi e l’assorbimento di nutrienti, processi di tipo enzimatico, processi di rinnovamento cellulare, l’eliminazione di tossine e in ultimo (non per importanza) supporta il corretto funzionamento del nostro sistema immunitario, partecipando attivamente nelle “operazioni di difesa”.

Lo sapevate che l’alimentazione, insieme a stile di vita, fumo, terapie antibiotiche e molto altro, incidono sul corretto equilibrio del nostro MICROBIOTA?

A questo proposito, numerosi studi hanno evidenziato la capacità degli omega 3 di influenzare l’asse intestino-cervello attraverso un’azione di ripristino della composizione del microbiota. Questo si traduce in un aumento dell’integrità della parete intestinale e in una migliore funzionalità delle nostre cellule immunitarie.  (Lara Costantini, 2017)

2. ACIDI GRASSI ESSENZIALI E SALUTE DELLE CELLULE

Una membrana cellulare che funziona bene permette al sistema immunitario di agire in modo tempestivo e ottimale in funzioni come il riconoscimento di sostanze tossiche o organismi patogeni e l’attivazione di diversi meccanismi di difesa.  Per lavorare in modo ottimale, la membrana cellulare deve essere sufficientemente fluida, resistente e permeabile. Queste caratteristiche sono garantite da una corretta composizione della membrana stessa e nello specifico da un corretto contenuto di acidi grassi. (Christine Hellwing, 2018)

Avete capito bene! Siamo noi a determinare la composizione e, quindi, l’efficienza delle nostre cellule attraverso i grassi che introduciamo con l‘alimentazione.

È importante fornire al nostro organismo i grassi giusti, limitando il consumo di acidi grassi saturi (per intenderci, quelli di origine animale) e preferendo gli acidi grassi polinsaturi essenziali (pesce e vegetali) in un giusto rapporto, che sono in grado di garantire fluidità ed integrità alla membrana cellulare.

3. ACIDI GRASSI ESSENZIALI E INFIAMMAZIONE

L’introduzione di adeguati livelli di acidi grassi essenziali (PUFA) Omega 6 e Omega 3 gioca un ruolo primario nella corretta regolazione dei processi infiammatori indotti dal sistema immunitario per difenderci da patogeni (batteri, virus e funghi) e da agenti chimici e fisici dannosi.

Nello specifico, gli Omega 6 sono responsabili delle attività pro-infiammatorie del nostro organismo, a differenza degli Omega 3 che lo sono per quelle anti-infiammatorie. (James J DiNicolantonio, 2018)

QUALI SONO QUINDI I CIBI CON UN GIUSTO EQUILIBRIO OMEGA-6 E OMEGA-3?

Omega 3 e Omega 6 rapporto bilanciato

Numerosi sono gli alimenti contenenti omega 6 e omega 3 (oli vegetali, semi oleaginosi, frutta secca, pesce, ortaggi e legumi), ma rari sono quelli che li contengono in un rapporto bilanciato.

L’olio di semi di canapa è il primo tra gli oli vegetali ad avere un rapporto bilanciato tra omega-6 e omega-3 pari a 3:1 e, allo stesso tempo, ottime qualità organolettiche che lo rendono un integratore e un alimento salutare adatto proprio a tutti!

L’elevato valore nutrizionale e le sorprendenti virtù di questa pianta, antica e rivoluzionaria, ci hanno permesso di creare una linea di prodotti di altissima qualità, rendendoli dei preziosi alleati per il benessere quotidiano.

La selezione dei migliori semi di canapa e uno specifico sistema di spremitura a freddo, garantisce il mantenimento di tutte le proprietà organolettiche e nutrizionali dell’olio.

Scopri l’ALIMENTAZIONE FUNZIONALE con Hempy Olio di Canapa, disponibile nel formato da 250ml da usare sulla tua tavola e nel comodo formato in perle softgel da portare sempre con te!

 

>> INIZIA ORA LA TUA SANA E BUONA ABITUDINE CON HEMPY

Scoprilo nella tua farmacia di fiducia!

 

 

 

Condividi

Contribuisci anche tu alla nostra community!